Difensore d’ufficio

La difesa d’ufficio è la difesa garantita a ciascun imputato che non abbia provveduto a nominare un proprio difensore di fiducia o ne sia rimasto privo. Essa è prevista dalla legge onde garantire il diritto di difesa, considerato un diritto inviolabile dell’uomo riconosciuto dalla Costituzione all’articolo 24, comma secondo.

Da chi viene nominato il difensore d’ufficio?
Il difensore d’ufficio viene nominato dal Giudice o dal Pubblico Ministero sulla base di un elenco di difensori predisposto dal Consiglio dell’Ordine forense, d’intesa con il Presidente del Tribunale.

Il difensore d’ufficio è tenuto a esercitare la difesa?
Il difensore d’ufficio ha l’obbligo di prestare il proprio patrocinio e può essere sostituito solo per giustificato motivo.

La difesa d’ufficio assiste il cliente a spese dello Stato?
Normalmente no. Il difensore d’ufficio deve essere retribuito dal cliente. Il diritto alla difesa non implica il patrocinio a spese dello Stato, ma sancisce solo il diritto del cittadino all’assistenza di un difensore, il quale dovrà essere retribuito da chi usufruisce dell’assistenza legale. Tuttavia, se sussistono i requisiti soggettivi e di reddito, chi viene difeso d’ufficio potrà presentare istanza di patrocinio a spese dello Stato (o più notoriamente gratuito patrocinio).

Shares