Perché la disgregazione della Repubblica è un pericolo concreto

Pochi se ne rendono conto, e chi se ne rende conto oggi è bollato come un populista. Ma la Repubblica italiana, nata nel 1948, si trova in una fase di profonda e grave sfilacciamento che prelude alla sua disgregazione. Lo Stato repubblicano, affermatosi con la prospettiva di formare una società evoluta legata al principio lavoristico, […]

Nomine BCE e Commissione UE. Vince Aquisgrana, perde l’Italia

Sempre più in basso. Il nostro Governo non riesce a uscire dal pantano dell’eurismo e arranca, dimostrandosi sempre più incapace, vuoi per limiti culturali e vuoi per volontà, di rompere con il paradigma (neo)liberista. E così, dall’Europa ne approfittano. Soprattutto ne approfittano Francia e Germania, che procedono alla nomina di Lagarde alla BCE, che è […]

Naufragi, stato di necessità e norme internazionali

In questi giorni, sul caso “Sea Watch”, se nel leggono davvero molte. C’è chi ritiene sia applicabile l’art. 54 c.p. e sia chi ritiene applicabile l’art. 51 c.p. Sicché la nave avrebbe legittimamente varcato le frontiere italiane – peraltro non fermandosi all’alt – per ragioni di necessità, ovvero abbia tenuto entrambe le condotte nell’adempimento di […]

Perché i minibot rischiano di essere solo fumo negli occhi

La domanda è: i minibot saranno davvero concretizzati o sono solo fumo negli occhi, in attesa di capire esattamente quello che accadrà? La domanda non è retorica. I partiti italiani da anni viaggiano con il pilota automatico, senza avere la più pallida idea di quello che bisogna fare per tutelare la democrazia sostanziale costituzionale e […]

O la Repubblica italiana o l’Unione Europea

La propaganda del’Unione Europea in questi ultimi giorni, poco prima delle elezioni per il rinnovo del Parlamento UE, sta raggiungendo vette incredibili di indecenza. Ancora una volta, soprattutto nel nostro paese, si parla e si insiste sul concetto di “patria europea” e di quanto sia bello stare in Europa che avrebbe garantito settant’anni di pace […]

Perché l’Europa è una costruzione hayekiana

Non sembra, ma probabilmente è così. L’Europa è una costruzione hayekiana. E’ frutto di un’elaborazione politica ed economica che affonda le proprie radici nel puro neoliberismo che fa da sfondo ideologico al progetto USA di egemonia sul continente in un’ottica di superamento delle democrazie costituzionali e del loro welfare. Il pensiero di Von Hayek – […]

Il vincolo europeo inserito in Costituzione

Non ho mai parlato in questo blog della riforma costituzionale del 2001, quella – per intenderci – che ha introdotto nella Costituzione il vincolo europeo, sottoponendo definitivamente le leggi interne dello Stato ai trattati europei e alle norme comunitarie. Colgo l’occasione e ne parlerò ora, cercando però non di non addentrarmi in aspetti troppo tecnici. […]

La Corte di Giustizia UE: sì all’arbitrato CETA

Non avevamo dubbi. La stessa Unione Europea è un’organizzazione nata per garantire alle élite proprietarie dei grandi capitali finanziari di dominare un continente, imponendo le leggi di mercato come leggi superiorem non recognoscens. Sicché nemmeno le leggi dello Stato possono superarle. E di fatti, il costrutto europeista prevede forti limitazioni all’azione dello Stato in economia […]

Iscriviti sul mio canale Telegram @ilpetulante per rimanere aggiornato sui nuovi articoli